14. Supporti e resistenze in 15 minuti

>>>14. Supporti e resistenze in 15 minuti
14. Supporti e resistenze in 15 minuti <span class="sdata2" title="2018-03-20T09:49:40+00:00"></span>

Supporti e resistenze

Nel trading on-line sono di fondamentale importanza i punti di supporto e di resistenza del prezzo. Per punti o meglio aree di supporto e di resistenza del prezzo si intendono quelle quote che sono state interesse di rimbalzi tecnici. Sostanzialmente sia  i supporti sia le resistenze rappresentano dei muri psicologici che gli investitori tendono a creare e sostenere nel tempo. Questi muri psicologici si comportano esattamente come dei veri e propri muri il cui rimbalzo costante del prezzo ne sancisce la forza e la resistenza, ma, allo stesso tempo, ne indebolisce la struttura.

La caratteristica dei supporti e delle resistenze si può sfruttare per guadagnare nel trading on-line e, di conseguenza, si può sfruttare per guadagnare con le opzioni binarie con scadenza a 15 minuti. Come prima cosa dobbiamo scegliere il time frame del grafico, ossia la rappresentazione temporale delle sessioni di trading. Il migliore tra i time frame per fare delle previsioni attendibili riguardanti le opzioni binarie a 15 minuti è il tema frame a cinque minuti. Impostando il time frame del grafico a cinque minuti possiamo renderci conto dei reali rimbalzi sui punti di supporto e di resistenza che però andremo a considerare in un grafico con time frame maggiore, ad esempio, un grafico con time frame H1, dove ogni sessione o candela dura esattamente un’ora.

COME INIZIARE

Andiamo prima ad osservare il grafico e tracciamo i punti di supporto e di resistenza del prezzo. Per tracciare tali punti o aree bisogna semplicemente unire i vari punti di massimo toccati dal prezzo e i vari punti di minimo toccati dal prezzo. Stabiliti quali sono i punti di supporto e di resistenza e tracciate le rette del nostro grafico H1 possiamo passare all’osservazione del time frame a cinque minuti dove, ovviamente, avremo la traccia delle nostre trend line.

Bisogna attendere che il prezzo tocchi una delle due aree che abbiamo tracciato seguendo le indicazioni del time frame H1. Appena il prezzo arriva in tali aree dobbiamo aspettare che questo subisca un rimbalzo tecnico, ossia, che inverta la direzione proprio in prossimità di queste aree. Una volta stabilita l’avvenuta inversione investiamo seguendo l’attuale direzione del prezzo.

grafico 49grafico 50

Se il prezzo rimbalza sul punto di resistenza investiremo quindi in opzioni binarie di tipo Put; invece se il prezzo rimbalza su un punto o area di supporto investiremo in opzioni binarie di tipo call.

Anche in questo caso, come precisato per le altre strategie, bisogna porre particolare attenzione alla gestione del capitale di trading. Consigliamo di mettere a rischio una percentuale del capitale totale che non superi in alcun modo il 5% del suo totale. Questo limite ci consentirà da un lato di ottimizzare il nostro investimento e dall’altro di ridurre in modo esponenziale le potenziali perdite.

Vai a Indicatore MACD in 30 minuti >>>>