Cosa sono le opzioni binarie

>>Cosa sono le opzioni binarie
Cosa sono le opzioni binarie <span class="sdata2" title="2018-04-12T12:48:12+00:00"></span>

Da qualche anno a questa parte si sente parlare sempre con maggiore frequenza e in sempre maggiori ambiti di trading in opzioni. Ma cosa sono le opzioni binarie e come funzionano?  Ebbene, questo nuovo strumento finanziario, denominato talvolta anche “opzione digitale” o “opzione a rendimento fisso”, permette davvero a tutti, dal neofita all’esperto di mercato, di fare trading online. Il centro nevralgico di questa modalità di investimento è l’andamento del prezzo di un determinato bene o asset. Sul sito di ogni broker troverete liste ricchissime di beni, materie prime, azioni, indici, valute sulle quali investire attraverso le opzioni binarie.

Chiunque può quindi trasformarsi in investitore, o trader, e può conseguire un profitto effettuando una previsione che poi si rivelerà corretta riguardo l’andamento dei suddetti prezzi. Questo profitto potenziale, facendo una media tra le varie piattaforme, tocca circa l’80% della somma che si sceglie di investire. Percentuale che naturalmente può in alcuni casi essere superiore o inferiore a seconda del broker utilizzato. Il successo italiano e in misura maggiore europeo delle opzioni binarie è dovuto ai rendimenti potenzialmente elevati delle stesse, insieme al fatto che tutti possono capirne presto il funzionamento ed elaborare una propria strategia d’investimento.

Ma andiamo a fornire le indicazioni base per chi si avvicina al trading online, in modo che ti sará piú facile capire cosa sono le opzioni binarie. In altre sezioni del sito analizzeremo invece singolarmente i migliori broker, indicando pregi e difetti di ognuno per accompagnarti nella scelta.

Opzioni Binarie: come funzionano

Capire cosa sono le opzioni binarie é davvero semplice. Innanzitutto è indispensabile scegliere quale piattaforma di trading online utilizzare e attraverso questa selezionare poi un asset sul cui prezzo si andrà investire. Le opzioni binarie classiche prevedono che il trader indichi se questo prezzo in un determinato arco temporale subirà un aumento (tipicamente cliccando sul tasto “Call” o “Alto”) o un calo (cliccando questa volta sul tasto “Put” o “Basso”).

Alla scadenza predeterminata si andrà a verificare quale sia stato effettivamente l’andamento del prezzo del bene selezionato; se l’investimento sarà andato a buon fine l’opzione prescelta si dirà “in-the-money”, viceversa sarà “out-of-the-money” se l’opzione non avrà conseguito l’esito indicato e il trader avrà perso l’importo investito. La buona notizia è, in quest’ultimo caso, che alcuni broker prevedono un rimborso variabile (solitamente del 10-15%) dell’importo perso con una opzione “out-of-the-money”. E qui fa la sua parte la scelta iniziale di una determinata piattaforma di trading online al posto di un’altra.

Vediamo ora un esempio concreto per capire come funzionano delle opzioni binarie, scegliendo il broker 24Option, uno dei più importanti sul mercato.

24option_cosa_sono1

Cerchiamo quindi nel dettaglio di capire cosa sono le opzioni binarie. Nell’immagine qui sopra viene indicata con il numero 1 la data e l’orario di apertura della posizione, cioè dell’opzione binaria su cui si va a investire (8 agosto 2013 alle ore 11:41:45). Nel rettangolo indicato invece con il numero 2 troviamo l’attività che abbiamo reso oggetto della nostra opzione binaria (il cambio EUR/USD), con relativi data e orario di scadenza (oggi ore 12:00).

L’ovale contrassegnato dal numero 3 indica i tasti con cui effettuare praticamente la propria previsione sull’andamento del prezzo rispetto al prezzo obiettivo (prezzo di partenza): call/put, sopra/sotto o alto/basso, con i tasti freccia relativi. In mezzo, quel 220% in giallo indica la percentuale del profitto potenziale in caso di opzione scaduta in-the-money.

24option_cosa_sono_2

In questo caso abbiamo deciso di investire la cifra di 200 € sulla posizione “call” o “alto”, che 24Option denomina “sopra”. Investiamo insomma i nostri soldi predicendo che alla scadenza prevista per oggi alle ore 12:00 il prezzo del cambio EUR/USD sarà aumentato rispetto al livello in cui si trovava all’apertura della nostra posizione (ore 11:41). Tutte le informazioni relative all’opzione binaria che abbiamo prescelto e sulla quale abbiamo investito sono racchiuse dal rettangolo in rosso: l’ID della transazione, data e orario del piazzamento dell’opzione, la scelta effettuata (in questo caso “sopra”), l’importo investito e il potenziale profitto in caso di previsione corretta.

Nel nostro caso se il prezzo del cambio EUR/USD sarà effettivamente aumentato rispetto all’orario dell’apertura della nostra posizione, allora l’opzione scadrà in-the-money e quindi avremo ottenuto un profitto del 220% del capitale investito, corrispondente alla considerevole cifra di 640 €. Nel caso in cui, invece, la nostra opzione scadesse out-of-the-money avremo perso l’intera somma investita.
Il numero 1 indica il prezzo di partenza dell’attività prescelta, il numero 2 indica il prezzo di mercato della stessa. Se alla scadenza dell’opzione, e cioè alle ore 12:00, il prezzo di mercato sarà superiore rispetto al prezzo di partenza avremo effettuato una previsione corretta guadagnando sul nostro investimento.

24option_come_funzionano_3

Questa è la schermata che ci ritroveremo davanti a scadenza avvenuta, alle ore 12:01:14. La nostra previsione si è rivelata corretta in quanto il prezzo di mercato alla data/orario di scadenza, contrassegnato dal numero 1, è salito a 1.33615 e quindi è superiore al prezzo del tasso di cambio EUR/USD che vigeva al momento dell’apertura della nostra posizione (1.33613). Il rettangolo rosso, identico a quello dell’immagine precedente, riepiloga l’opzione binaria che abbiamo prescelto e il guadagno che abbiamo conseguito (indicato dal numero 2). Ricordiamo che questi esempi sono tratti dalla piattaforma grafica di 24Option, uno dei broker più rinomati e affidabili del mercato. Adesso che sai cosa sono le opzioni binarie andiamo a vedere piú nel dettaglio alcune caratteristiche di questo prodotto.

Scadenze e attivitá sottostanti

La scadenza osservata nell’esempio appena proposto è soltanto indicativa, in quanto ogni broker può rendere disponibili i più svariati intervalli temporali per investire con le opzioni binarie. Il trader è quindi libero di scegliere le scadenze che preferisce, anche se queste variano comunque da broker a broker. Tendenzialmente si va da scadenze poste a pochi secondi dall’apertura della posizione a scadenze poste ad un giorno di distanza. Potrai trovare allora disponibili scadenze di opzioni binarie a 30 o 60 secondi, a 1, 2 o 5 minuti o anche a 1 ora e più.

Particolari tipologie di opzioni binarie, come quelle “One touch”, possono talvolta arrivare a presentare una scadenza settimanale. È chiaro allora che in questo caso occorre mettere a punto una strategia a lungo termine per il proprio trading online. Essendo questo il caso di opzioni binarie poste ad un livello abbastanza avanzato occorre operare con maggiore attenzione in quanto il rischio aumenta qui di pari passo col potenziale profitto.

Il rendimento con la modalità “One touch” può toccare il 500% del capitale investito e le opzioni possono essere commerciate anche a cavallo dei weekend. L’importante è che ogni trader scelga la scadenza più vicina alle proprie esigenze e competenze. Ad un livello avanzato la scelta della scadenza coinvolge quella del Time Frame qualora si operi dietro strategie di analisi tecniche o fondamentali, con l’ausilio di grafici a candela.

Gli asset o beni che i broker rendono disponibili per investire con le opzioni binarie sono denominate anche “attività sottostanti” e vengono divise solitamente in quattro categorie: azioni, valute (forex), indici e materie prime (oro, argento, ecc.).

Deposito e investimento minimi

Le varie piattaforme di opzioni binarie fissano sempre una somma di deposito minimo sul proprio conto che il trader deve effettuare per poter aprire un conto e cominciare a investire. Anche in questo caso il deposito minimo è estremamente variabile di broker in broker, fluttuando dai 100 $/€ fino ad un massimo di 250 $/€. E’ questo un parametro che va tenuto d’occhio nel caso siate dei trader alle prime armi che vogliono approcciarsi alle opzioni binarie depositando cifre non elevatissime sul proprio conto. Oltre ad informarsi sulla quota di deposito minimo è fondamentale anche per i trader più esperti affidarsi a broker sicuri e in possesso di licenze per operare a livello europeo (licenza CySec), meglio ancora se iscritti regolarmente alla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) per il territorio italiano.

L’investimento minimo è la cifra minima richiesta per aprire una posizione con un broker nelle operazioni incentrate sulle opzioni binarie. Praticamente corrisponde al rischio minimo che dobbiamo affrontare in questa modalità di trading online se vogliamo parteciparvi, indipendentemente dal denaro già presente sul nostro conto.

Anche l’investimento minimo per operazione varia di broker in broker e oscilla per grandi linee da 2 $/€ a 25 $/€. Questo è un altro parametro che può incidere sulla scelta della piattaforma di trading online, laddove trader meno esperti preferiscono investire certamente cifre minori. Esiste anche un investimento massimo per operazione variabile ancora in base al broker, che in generale permette di stanziare al massimo tra i 2000 $/€ e i 10000 $/€ per posizione aperta.

Tipologie di opzioni binarie

Quella illustrata poco sopra attraverso l’esempio e gli screenshot di 24Option è la tipologia di opzione binaria classica (call-put o alto-basso), che ha contribuito al successo di questa maniera di fare trading online. Ne esistono di altre e di seguito illustreremo le principali. Considerato che giá sai come funzionano le opzioni binarie in generale ti spiegheremo adesso le varie tipologie di opzioni esistenti.

Opzioni binarie Touch/Tocco

Le scadenze di queste opzioni sono generalmente più lunghe, fino a divenire settimanali. Per conseguire un profitto anche del 500% occorre prevedere se il prezzo toccherà o meno un determinato valore. Sia il guadagno che il rischio sono in questo caso maggiori e le opzioni Touch possono essere tradate anche durante il weekend. Il segreto del successo è la bravura nell’analisi dell’andamento di mercato e la conoscenza dello stesso.

Opzioni binarie Builder

Questa modalità è consigliata prevalentemente ai trader più esperti, in quanto l’investimento è altamente personalizzato. La percentuale di rischio viene qui bilanciata dalla possibilità di rimborsi delle perdite. Il trader ha la possibilità di scegliere il rendimento e la percentuale di rimborso che può ricavare dalle opzioni binarie di tipo builder. In una certa misura si controllano sia i guadagni che i rischi. E’ il broker a mettere a disposizione del trader determinate formule che indicano le percentuali di guadagno e di rimborso in caso di perdita. Di seguito proponiamo alcuni esempi:

•    Rendimento 70% / rimborso 10%
•    Rendimento 62% / rimborso 20%
•    Rendimento 55% / rimborso 30%
•    Rendimento 36% / rimborso 50%
•    Rendimento 28% /rimborso 60%
•    Rendimento 18% / rimborso 70%
•    Rendimento 10% / rimborso 80%

A questo punto starà al trader scegliere la formula più adatta alle sue esigenze e competenze.

Opzioni binarie ad intervallo

A metà strada tra opzioni binarie classiche e opzioni touch, questa modalità permette al trader di scegliere un range di prezzo entro il quale dovrà trovarsi la sua posizione alla scadenza. L’utente dovrà quindi predire se alla data di scadenza il prezzo dell’asset prescelto si troverà dentro o fuori un determinato intervallo di valore.
Rendimenti più alti sono possibili con le opzioni binarie ad intervallo denominate appunto “limiti rendimento alto”. In questo caso il trader dovrà predire anche se il prezzo sarà fuori dall’intervallo al rialzo o al ribasso. Attenzione, questo tipo di opzioni binarie aumentano notevolmente i rischi.

Come scegliere il Broker con il quale investire

Investire in opzioni binarie non comporta l’installazione di nessun software sui propri dispositivi. Basta una connessione internet, in quanto tutto avviene online. Fondamentale è la scelta del broker a cui affidare il nostro denaro e a riguardo ti forniremo pochi ma essenziali suggerimenti.

1.    Iscriviti ad un broker con licenza e in possesso delle principali licenze (CySec, FSI, Consob, MiFID). Queste rappresentano le tue garanzie contro eventuali truffe.
2.    Leggi le nostre opinioni sui broker, curate attentamente da esperti e appassionati di opzioni binarie che giudicano criticamente ogni piattaforma di trading online. Sul nostro sito troverai soltanto recensioni sui broker in possesso di regolare licenza, testati in ogni passaggio e recensiti con informazioni reali e obiettive.
3.    Nessuno ti regala niente. Chi promette guadagni enormi e facili da conseguire è da diffidare. La realtà è che il trading online in opzioni binarie possiede la sua dose di rischio e va conosciuto, studiato e pianificato per poterci guadagnare. Evita broker che attraverso il proprio staff promettono guadagni sicuri e illimitati.

Conclusioni

Alla fine della lettura di questo articolo saprai cosa sono le opzioni binarie. Dovrai comunque approfondire il tuo studio, imparare a conoscere cose come i grafici a candela o le analisi fondamentali, se vorrai ridurre i rischi e massimizzare i potenziali guadagni. Proprio i rischi sono il fattore da non sottovalutare mai, riguardo al quale informarsi di più anche attraverso i nostri articoli e le nostre recensioni. Capire come funzionano le opzioni binarie é sicuramente il primo passo per diventare un buon trader ma la strada per il successo é ancora molto lunga. Seguici e con il tempo ed esperienza anche tu ce la potrai fare.

Consulta tutte le informazioni sulle opzioni binarie.