2. Introduzione grafico candlestick

>>2. Introduzione grafico candlestick
2. Introduzione grafico candlestick <span class="sdata2" title="2018-03-20T09:51:20+00:00"></span>

Il grafico candlestick è, tra quelli esistenti, il più utilizzato. Le caratteristiche del grafico candlestick, la sua semplicità ed immediatezza, lo rendono uno dei grafici più utilizzati dai trader professionisti e dilettanti. Il grafico candlestick, come ricorda appunto il nome, è un grafico composto dalle famose candele giapponesi.

 

COME SI PRESENTA UN GRAFICO CANDLESTICK

Il grafico candlestick é molto simile al classico grafico a barre, infatti, le informazioni sono le stesse, ciò che cambia è il mezzo attraverso cui si esprime l’informazione, mezzo che risulta essere immediato e pratico, molto più delle chart.

 Grafico 2

Quello che vedi é il classico grafico a candele, come puoi notare le candele sono colorate di verde e di rosso, ogni candela rappresenta una sessione di trading. Le candele rosse rappresentano candele il cui prezzo di chiusura è inferiore a quello di apertura; nelle candele verdi invece il prezzo di apertura é inferiore a quello di chiusura.

Data la sua struttura, il grafico candlestick si presenta molto intuitivo, solo dal colore delle candele si può capire se il prezzo é salito o sceso in una data sessione.

LE CANDLESTICK

Prese singolarmente le candele giapponesi hanno le loro peculiarità, ad ogni modo, la struttura di una candela è composta come segue.

Analisi tecnica 5

Il corpo o real body: il corpo della candela rappresenta l’estensione del prezzo, più il corpo é lungo, maggiore è l’estensione del prezzo.

Apertura: l’apertura della sessione é posta alla base del real body quando la candela é rialzista, mentre è posta alla parte superiore quando la candela è ribassista.

Chiusura: stessa cosa possiamo dire della chiusura, in caso di sessione a ribasso abbiamo la chiusura alla base della candela, in caso contrario invece, la chiusura è posta sull’estremità alta.

Shadow: la shadow rappresenta invece i punti di massimo e minimo toccati dal prezzo, questi si estendono oltre l’apertura e la chiusura, e costituiscono una base importante che serve a definire il comportamento del mercato.

 

Vai a I grafici candlestick >>>>