Home
BROKER CRYPTO FOREX CFD LEVA DEP MIN REGISTRATI
markets.com 1:30 100€
Apri un conto

Vai alla recensione

24option 100€
Apri un conto

Vai alla recensione

bd swiss 100€
Apri un conto

Vai alla recensione

brokers criptovalute
brokers cfd
Brokers Forex
migliori libri broker trading

BENVENUTO SU PIATTAFORME TRADING

Investire online può portare dei guadagni molto alti ed è un occasione sicuramente da non perdere. Essendo però un investimento finanziario a tutti gli effetti, il rischio di perdite è sempre presente.

Per questo noi di Piattaforme-Trading ti consigliamo di seguire i nostri tre step per poter capire bene il funzionamento di questo settore e diminuire ai minimi termini il rischio.

BROKER CRYPTO FOREX CFD LEVA DEP MIN REGISTRATI
markets.com 1:30 100€
Apri un conto

Vai alla recensione

24option 100€
Apri un conto

Vai alla recensione

bd swiss 100€
Apri un conto

Vai alla recensione

Vai alla classifica completa cliccando qui: Migliori Broker Trading

scelta del broker

1. Scelta del broker

Il primo passo per investire tramite Trading online è scegliere una piattaforma di trading online affidabile. Piattaforme-Trading ti aiuta nella scelta del broker più idoneo, in base a parametri come rendimenti massimi, bonus offerti, assistenza etc.

Migliori Broker Trading Online

formazione

2. Formazione

Senza una buona formazione e lo studio dei grafici, fare trading sarà solo una questione di fortuna. Con lo studio dell’analisi tecnica, cerca di capire il funzionamento dei grafici a candela, dei pattern e adatta il tutto al tuo stile di trading.

Migliori libri sul trading in italiano

strategie

3. Strategie

Dopo aver scelto il broker ed aver imparato i concetti base dell’analisi tecnica sarai pronto a mettere in pratica quello che hai imparato tramite le strategie. Prova subito le nostre strategie e scegli quella che più ti si addice e mettila subito in pratica nel mondo del trading.

Strategie Trading Online

Ultime News

Risorge l’argento, al rialzo con un breakout di 14,60$

Torna a salire il prezzo dell’argento, con un’inversione rialzista dai 13,80-13,90 dollari all’attuale breakout di 14,60 dollari. Ma non sembra finita qui: l’Macd (uno degli oscillatori più utilizzati) e il Parabolic Sar (importante indicatore di [...]

Previsioni prezzo Petrolio 2016

Il petrolio è uno degli asset preferiti dai trader che investono in opzioni binarie. L’andamento del suo valore, oltre che a interessare molte persone per l’influenza sul prezzo della benzina, è oggetto di studio e [...]

Option Time chiude

La scomparsa di un broker di trading per opzioni binarie è un evento che può capitare, da mettere in preventivo quando si investe. Quando poi accade senza che dietro vi sia un fallimento, né un [...]

Top option: 50% e 100% di bonus sulle opzioni binarie

Il broker di opzioni binarie top option propone per tutti i trader che decidono di aprire per la prima volta un conto su questa piattaforma, un pacchetto di bonus di benvenuto pari al 50% del [...]

Piattaforme trading online – Di cosa parliamo?

Benvenuto sul nostro portale che ha come obiettivo principale quello di acompagliarti verso il mondo del trading online e nello specifico vuole aiutarti nella scelta della migliore piattaforma di trading online per investire online.

Prima di tutto partiamo da una piccola introduzione su cosi sia il Trading online. Il trading online non é altro la possibilità di una persona, azienda o altre entità di poter investire o speculare nei mercati finanziari senza bisogno di alcun intermediario diretta, ma tramite internet.

Cos’è il trading online? Oggi come oggi farsi questa domanda è normalissimo. Complice la crisi degli ultimi anni e la voglia che mai tace di arrivare con qualche soldo in più a fine mese, sempre più persone si informano su come guadagnare grazie al web.

Molti di loro si documentano sul trading online, che altro non è che la possibilità di vendere e comprare online asset finanziari (azioni, criptovalute, materie prime, coppie di valute Forex ecc.), guadagnando dalla variazione di prezzo tra l’acquisto e la vendita.

Se prima, infatti, per poter comprare titoli, azioni o valuto, bisognava necessariamente rivolgere ad un istituto finanziario oppure dal broker di fiducia, oggigiorno invece tramite una connessione internet e un pc, telefono o smartphone tutti noi possiamo iniziare a guadagnare online tramite il trading.

Argomenti principali del nostro portale:

Come iniziare a fare trading online

Per iniziare a fare trading online è fondamentale approfondirne bene i vantaggi e i rischi. In merito ai primi, è il caso di ricordare la maggiore accessibilità. Se prima dell’era di internet per giocare in Borsa servivano soldi, tempo ed esperienza, oggi anche chi non ha alle spalle una formazione specifica può fare trading online.

Attenzione: questo non significa che si possa improvvisare e fare soldi da un giorno all’altro! Per fare trading online e aprirsi possibilità di guadagno, è fondamentale conoscere bene con cosa si ha a che fare.

Ciò significa considerare anche il rischio psicologico. Con il trading online, infatti, si è sempre soggetti a emozioni fortissime, che vanno dalla paura di perdere all’entusiasmo di vincere. Fondamentale è tenere tutto questo sotto controllo. L’unico modo per riuscirci consiste nell’esercitarsi con gli strumenti giusti. In primo piano troviamo senza dubbio i CFD (Contracts for Difference). Seguici nelle prossime righe per scoprire perché sono fondamentali per chi vuole fare trading in sicurezza.

Piattafome trading online in Italia. Come scegliere?

Il fatto che oggi giorno ognuno di noi tramite una piattaforma di trading online posso investire sui mercati finanziari é sicuramente una cosa positiva che ha permesso anche ai non addetti a lavoro di poter cimentarsi con questa disciplina.

La scelta della piattaforma di trading online da utilizzare resta peró una componente molto importante, ed é per questo che noi di piattafome-trading abbiamo deciso di aprire questo sito.

Ci sono state infatti segnalate nel corso degli anni numerose piattaforme poco affidabile, sia dal lato tecnico sia dal lato morale. Sono tante le piattaforme trading del passato che sfruttando la buona fede di trader alle prime acque, si sono fatte segnalare per essere broker poco trasparenti e truffaldini, creando un danno agli utenti e alla reputazione del settore. Per avere maggiori possibilità di guadagno con il trading online, è fondamentale scegliere i broker giusti. Il requisito primario, vera e propria conditio sine qua non, è la legalità.

Fondamentale è orientarsi verso broker dotati di licenza CySEC (acronimo per Cyprus Securities and Exchange Commission), ossia l’authority di vigilanza di Cipro.

Essenziale è anche l’autorizzazione a operare da parte della Consob (caso specifico dell’Italia) o della FCA (situazione che riguarda invece i Paesi anglosassoni).

Un altro criterio importante è la gratuità. Oggi come oggi, infatti, i broker non applicano commissioni ma guadagnano dallo spread, ossia la differenza tra bid e ask (prezzo di acquisto e prezzo di vendita).

Piattaforma trading affidabile? Le licenze nel trading online

La risposta é molto semplice. Il broker con cui stai investendo é in possesso di regolare licenza? Rispetta le direttiva MIFID? Questa é la prima domanda che ogni tradire, esperto o principiante, dovrebbe farsi prima di aprire un conto con un broker online.

La licenza infatti, rilasciata da pochi enti in Europa (come la Cysec per esempio) da la garanzia che quella piattaforma con cui ti appresti ad investire, sia affidabile e sicuro, ma sopratutto che vengano rispettate vari presupposti di sucurezza per l´utente. Il fatto che il broker abbia licenza e già´di per se sinonimo di affidabilità e correttezza.

Ovviamente il fatto di avere una regolare licenza non é tutto ma sicuramente vale per l`80% cento. Oltre alla licenza verranno considerati altri fattori importanti come il servizio clienti in italiano, la sicurezza nei prelievi e deposito, i bonus offerta e molto di piú.

Negli ultimi anni, le autoritá di controllo per assicurare un trading sempre meno pericoloso e trasparente, sono aumentate ogni anno. Prima di inizaire a fare Trading, quindi, é importante verificare che le piattaforme di trading online siamo conformi a regolamenti eruopei. Di seguito una piccola panoramica sulle principali autoritá responsabili per la sicurezza del trading online e regolamenti comunitari che regolano il settore.

Cos’è il MIFID?

Con la sigla MIFID (acronimo per Markets in Financial Instruments Directive), molto frequente nel trading online, si inquadra una Direttiva Comunitaria che ha cambiato notevolmente il volto del trading online. Recepita dall’ordinamento italiano nel 2007, è stata introdotta con lo scopo di creare una maggiore uniformità nel mercato degli investimenti europei.

La prima versione della Direttiva Comunitaria ha portato dei cambiamenti importanti soprattutto in Italia. Nel Bel Paese è stato infatti introdotto un modello simile a quello anglosassone, contesto dove l’investitore ha un approccio decisamente più professionale e meno al dettaglio.

Novità MIFID I

La normativa MIFID I, rivolta a soggetti come banche, intermediari finanziari, trading venues e consulenti finanziari, ha introdotto diverse novità. Ecco le principali:

  • Abolizione dell’obbligo di negoziare i titoli quotati solo sui mercati regolamentati;
  • Introduzione della possibilità per gli intermediari finanziari di effettuare negoziazioni in contropartita diretta con i clienti e su tutti gli strumenti finanziari;
  • Equiparazione dei mercati regolamentati con quelli non regolamentati e con gli intermediari finanziari.

MIFID II: informazioni sulla normativa e sui cambiamenti apportati

La Direttiva Europea MIFID I è rimasta in vigore fino al 2 gennaio 2018. Il giorno successivo è entrata in vigore la versione successiva della regolamentazione, ossia la MIFID II. Ecco quali novità ha portato:

  • Ampliamento e rinnovamento della definizione di “mercati di scambio organizzativi”;
  • Raffozamento delle misure di vigilanza sugli stessi;
  • Estensione dei requisiti di trasparenza;
  • Richiesta alle società che operano in mercati Over The Counter di segnalare le negoziazioni effettuate tramite appositi report;
  • Inasprimento delle misure di controllo sulle posizioni in derivati su materie prime;
  • Applicazione della direttiva MIFID II alle Commodity Firms;
  • Abbassamento dei limiti di leva finanziaria sull’apertura di CFD da parte dei clienti al dettaglio, con il passaggio da 30:1 a 2:1 sulla base del tipo di asset. Ai CFD sulle criptovalute viene applicata la leva più bassa.

Cos’è l’ESMA?

Chi fa trading online, si imbatte spesso nel termine ESMA. Di cosa si tratta? Dell’Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati. Avente il compito di ottimizzare la tutela degli investitori e di promuovere stabilità e ordine sui mercati, è composta dalle autorità nazionali che, nei vari Paesi UE, sono responsabili in merito ai mercati di titoli. Le suddette autorità formano il Consiglio Superiore, che si esprime con voto a maggioranza qualificata o semplice o tramite voto capitario a seconda delle situazioni.
Ci sono anche dei membri senza diritto di voto. Ecco quali:

  • Autorità Bancaria Europea (EBA);
  • Autorità Europea delle Assicurazioni e delle Pensioni Aziendali e Professionali (EIOPA);
  • Comitato Europeo per il R ischio Sistematico (CERS);
  • Commissione Europea (CE)

Da quando esiste e come funziona l´ESMA

Istituita nel 2011 in seguito alle problematiche causate dalla recessione del 2008 e ai rischi per la stabilità finanziaria dell’Unione Europea, l’ESMA ha la sua sede principale a Parigi e svolge diverse tipologie di attività.

La principale riguarda la valutazione dei rischi per gli investitori e l’attenzione alla stabilità finanziaria. In questo caso l’ESMA promuove misure di trasparenza, fornendo ai trader retail delle informazioni importanti per la loro sicurezza. Le suddette sono accessibili anche grazie a banche dati pubbliche.

Molto importante è anche tutto quello che riguarda il completamento del codice unico per i mercati finanziari dell’UE. Tutto questo avviene grazie all’elaborazione di nuove norme tecniche e a progetti di consulenza alle istituzioni dell’UE.

Ancora più rilevante è la promozione di processi di standardizzazione delle pratiche di vigilanza. Si passa poi ovviamente alla vigilanza diretta degli specifici organismi finanziari, con beneficio non solo per gli investitori retail, ma anche per quelli istituzionali.

Cosa fa la CySEC?

Il principale motivo per cui la CySEC è famosa riguarda il rilascio di licenze. Grazie alla licenza CySEC, è possibile sapere che un broker è affidabile e rispettoso di determinate regole.

Si potrebbe tranquillamente definire la licenza CySEC come un marchio di garanzia. Di sicuro rappresenta uno dei criteri di scelta da chiamare in causa quando si seleziona il broker da scegliere per il proprio trading online.

I compiti della CySEC non si limitano al comunque importantissimo rilascio della licenza. Bisogna infatti ricordare anche i seguenti ruoli:

  • Controllo di tutte le transazioni che avvengono dallo Stato cipriota e verso di esso;
  • Supervisione dell’attività di società di servizi finanziari, come per esempio i fondi di investimento;
  • Imposizione di sanzioni amministrative a quelle società che infrangono le linee guida previste per ricevere la licenza;
  • Eventuale revoca della licenza alle società che trasgrediscono pesantemente le suddette normative.

<h2id=”autorizzazioneconsob”>Autorizzazione Consob, una sicurezza in piú.

Al giorno d’oggi, fare trading in maniera legale è fondamentale. Purtroppo le truffe sono all’ordine del giorno. Tutelarsi è però possibile considerando alcuni criteri, come per esempio la presenza dell’autorizzazione Consob. Se vuoi sapere perché è importante, seguici nelle prossime righe e scopri la guida sul tema che abbiamo preparato per te.

Istituita nel lontano 1974, la Consob è la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. Si tratta di un’autorità amministrativa che opera e delibera in maniera totalmente indipendente. Avente personalità giuridica, è considerata un punto di riferimento assolutamente imparziale.

Tra i suoi compiti è possibile ricordare anche la tutela di chi opera quotidianamente sui mercati e il miglioramento delle contrattazioni. Chiaramente in questo ambito rientra anche l’operatività dei broker online, gli intermediari che permettono agli investitori retail di fare trading online.

Per poter esercitare tutto questo in Italia, i broker online hanno bisogno dell’autorizzazione da parte della Consob. I siti regolamentati da questo punto di vista, ricordano in calce alla home page la presenza della suddetta autorizzazione, che comporta vantaggi di cui stiamo per parlare.

 

Trading con i CFD: principali vantaggi

I CFD esistono da una ventina d’anni. Solo da quando il trading online è diventato popolare se ne sente parlare spesso. Tecnicamente sono strumenti derivati che si basano su un contratto tra due parti. In tale situazione abbiamo l’acquirente che, in seguito al pagamento di un determinato tasso d’interesse, riceve in cambio il rendimento di un’attività finanziaria sottostante. Il venditore, dal canto suo, si impegna a pagare il rendimento dell’asset sottostante.

In parole molto semplici, grazie ai CFD è possibile fare trading operando sui derivati degli asset senza acquistarli effettivamente. Questo è un vantaggio notevole prima di tutto per un motivo, ossia la possibilità di tutelarsi dalla volatilità.

In secondo luogo, con i CFD è possibile guadagnare anche nei casi in cui l’asset perde quota. L’utente, infatti, deve solo aprire la posizione giusta tra long (acquisto) e short (vendita), a seconda di quello che pensa sarà l’andamento

Bisogna fare molta attenzione ai CFD, in quanto hanno un rovescio della medaglia di non indifferente. Si tratta della leva finanziaria, un moltiplicatore che consente di esporsi sul mercato con una somma più alta rispetto a quella del deposito iniziale. Recentemente ridotte sulla base delle normative internazionali che regolamentano il trading online, le leve amplificano i guadagni. Giusto per fare un esempio, citiamo il caso di un’ipotetica leva 1:10. In questo frangente, l’eventuale trader che parte con un deposito di 100 euro può operare come se, concretamente, ne avesse 1000.

Questo amplifica i guadagni, ma fa lo stesso anche con le perdite. Per questo motivo non bisogna mai perdere la lucidità e acquisire confidenza con i meccanismi di stop loss, che hanno lo specifico compito di indicare al broker il momento esatto per arrestare le perdite.